Fattoria sociale

Accogliamo persone con disagio sociale e disabilità a collaborare con noi nelle attività della campagna

insieme-in-fattoria

Erbucchio sta diventando una Fattoria Sociale, accogliamo persone con disagio sociale e disabilità coinvolgendoli nelle attività della campagna e aiutandoli a crescere come persone che hanno sia capacità che responsabilità. Sono relazioni ricche di soddisfazioni sia per loro che per noi.

Marcello e Davide sono con noi tutti i giorni, in un costante ed allegro lavoro comune che prosegue e cresce ormai da lungo tempo.

Accanto a loro ogni settimana ospitiamo piccoli gruppi di ragazzi del Centro Socio Riabilitativo “Emma Serena” di San Nicolò che ci aiutano nei lavori di campagna. Larga parte del nostro lavoro è infatti ancora manuale e queste persone collaborano con grande passione, soprattutto quando si tratta di etichettare a tutto spiano!

Abbiamo da poco iniziato un percorso di reciproca conoscenza con due gruppi di ragazzi autistici dello stesso Centro e vedremo dove ci porterà!

Spazio polivalente

Abbiamo da poco inaugurato il nostro spazio polivalente aziendale. L’intervento di recupero del vecchio fabbricato agricolo è stato possibile grazie al contributo del PSR regionale dell’Emilia Romagna, di seguito i dettagli.

Tipo di Operazione: 16.9.01 – Agricoltura sociale in aziende agricole in cooperazione con i Comuni o altri enti pubblici

Principale obiettivo: Promuovere la presenza e la diffusione delle attività dell’agricoltura peri-urbana, anche con funzioni sociali e colturali; migliorare le prestazioni economiche dell’azienda agricola, diversificando le proprie attività.

Intervento realizzato: manutenzione straordinaria di un fabbricato aziendale agricolo da destinare ad attività sociali/assistenziali per la popolazione realizzato in cooperazione pubblico/privato. L’intervento si è concretizzato nel recuperare l’uso di un fabbricato agricolo, attraverso la creazione di nuovi spazi polivalenti, per renderlo funzionale e dare la possibilità a nuove figure con disabilità o disagio sociale di frequentare la struttura.